Una dieta per l’allattamento delle mamme dei bambini con reflusso acido

Il reflusso acido può essere una condizione temporanea oa lungo termine nei neonati che allattano. Secondo la La Leche League International, l’allattamento al seno è spesso un metodo per curare il reflusso gastroesofageo o la GER, una forma più significativa di reflusso acido caratterizzata da profuse spit-up, difficoltà respiratorie, dolore e perfino vomito proiettile. Anche se ci sono molti motivi per cui il reflusso acido può verificarsi nel tuo neonato, sono comunemente attribuiti alla vostra dieta.

Significato della vostra dieta

È importante che tu mangi una dieta equilibrata che non sia troppo limitata quando inizia l’allattamento al seno. Perché il tuo corpo produce latte nutritivo e si sostenga, è necessario consumare 500 calorie extra al giorno, secondo KidsHealth.com. MedlinePlus raccomanda una dieta diversa con gli elementi minimi esclusi, a meno che il vostro bambino non abbia dato ragione a restringere ulteriormente la vostra dieta, come lo sviluppo di reflusso acido dopo aver consumato determinati alimenti. L’alcol, la caffeina e tutti gli altri stimolanti devono essere limitati o evitati durante l’infermiera. Poiché l’acqua è un ingrediente fondamentale nel latte materno, bisogna bere almeno 64 once di acqua o di liquidi senza caffeina al giorno.

Fare modifiche

Fare piccoli cambiamenti nella vostra dieta può eliminare o ridurre il reflusso acido nel vostro bambino allattato ma non sempre. Alcuni alimenti possono cambiare il gusto del latte materno, rendendolo più o meno attraente per il tuo bambino. Non è necessario essere troppo preoccupati per la mancanza di spezie, latticini o altri sapori forti dalla tua dieta, a meno che il tuo bambino non mostra segni di reflusso acido o di altri disturbi digestivi, dice MedlinePlus. Quando il vostro bambino allattato sviluppa il reflusso acido, dovrai identificare qualsiasi fonte alimentare potenziale nella tua dieta che sta causando la pancia del tuo bambino a sconvolgere. Se il tuo bambino sembra avere riflusso dopo ogni alimentazione – a prescindere da quello che hai mangiato – allora la tua dieta non può essere colpa. Quando un’allergia nota funziona nella tua famiglia, dovresti discutere con un professionista del settore sanitario, come un nutrizionista o un consulente per l’allattamento. È possibile che il bambino sviluppi un’allergia al cibo a causa dell’esposizione nel latte materno. I sintomi di un’allergia alimentare, inclusa l’intolleranza al lattosio, possono presentarsi in forma di vomito refluente o proiettile.

Effetti di Acido Relux

I bambini con riflusso acido possono presentare una serie di sintomi durante e dopo l’infermieristica. Sputare è comune in qualsiasi neonato, ma un bambino con reflusso acido produrrà una quantità maggiore. Il Clearinghouse Informazioni sulle Malattie Digestive suggerisce che un neonato con riflusso vomitare, tosse, diventa irritabile, abbia cattive abitudini alimentari e può avere sangue nei suoi sgabelli. Come il tempo passa, il bambino non può crescere ad un tasso normale da espellere così tanto cibo, ma questo è più comunemente associato alla GER. La cicatrice, la polmonite persistente e altri problemi respiratori o respiratori sono talvolta il risultato di una GER non trattata.

Identificare le cause

Identificare la causa del reflusso acido richiede qualche prova ed errore da parte di te, il genitore. Alimentare il bambino in posizione più verticale, mantenendola in posizione verticale per 20-30 minuti dopo un pasto e evitando l’eccesso di alimentazione può portare ad una riduzione del reflusso acido. Quando questi passaggi non riescono a ridurre il reflusso, si dovrebbe considerare la vostra dieta. Conserva un giornale di tutto ciò che mangi e bevi, compresi i farmaci, e documenta come il tuo bambino risponde dopo l’infermiera, per aiutare a identificare i potenziali colpevoli dietetici. Ogni bambino è diverso quando si tratta di reflusso acido causato da una dieta della madre.

Dieta di eliminazione

Se la conservazione di un diario alimentare non è efficace nell’identificazione della fonte di cibo, potrebbe essere necessario eseguire una dieta di eliminazione. Ciò consiste nell’evitare tutte le fonti di latticini per un periodo non inferiore a sette giorni. Se, nel tempo, il reflusso del tuo bambino migliora, probabilmente ha difficoltà a digerire la mammella, che contiene proteine ​​da latte o lattosio, afferma la La Leche League International. Questo non è sempre un’indicazione dell’intolleranza al lattosio o della sensibilità dei latticini. Sono necessari ulteriori test medici per confermare l’allergia o l’intolleranza come il tuo bambino matura. Le forme più estreme della dieta di eliminazione, come quella discussa da AskDrSears.com, suggeriscono di mangiare agnello, tacchino in libera gamma, patate bianche o patate dolci con sale, riso, zucchino verde e giallo e pere per due settimane. Dopo le due settimane, un cibo può essere reintrodotto alla vostra dieta ogni quattro giorni durante il monitoraggio del vostro bambino per segni di problemi di pancia o reflusso.