Pericoli di aspartame

L’aspartame è un sostituto dello zucchero a zero calorie che è stato oggetto di molte controversie. Mentre l’U.S. Food and Drug Administration sostiene che il dolcificante artificiale è sicuro ed è stato ben testato, i gruppi di difesa dei consumatori, un certo numero di studi sugli animali e alcuni dati dei consumatori dicono diversamente. Entrambi gli effetti collaterali lievi e gli effetti cancerogeni dell’aspartame sono stati segnalati attraverso dati di consumo e studi sugli animali.

Uso in moderazione durante la gravidanza

Un articolo del 2007 pubblicato in “Environmental Health Perspectives” riferisce uno studio che ha trovato una relazione tra l’esposizione di aspartame prenatale e il cancro nei ratti. Tuttavia, lo studio ha utilizzato un importo equivalente ad un adulto di 150 libbre che consuma 14 pacchetti di aspartame al giorno. L’Associazione americana di gravidanza nota che consumare l’aspartame in moderazione è sicuro durante la gravidanza. Tuttavia, le donne in gravidanza con il raro disturbo metabolico fenilchetonuria, malattie epatiche o elevati livelli di fenilalanina – un componente dell’aspartame – nel loro sangue non dovrebbero usare l’aspartame.

Effetti collaterali riferiti al consumatore

Una relazione del 2003 completata dal Centro di informazione sulla tossicità aspartame ha documentato diversi effetti tossicologici riferiti dal consumatore del dolcificante. Secondo la relazione, la tossicità dell’aspartame può essere suddivisa in tre categorie: tossicità acuta, che si verifica entro 48 ore dall’ingestione, effetti tossici cronici, che si verificano dopo anni di utilizzo e effetti potenziali di tossicità per i quali sarebbe difficile stabilire un Collegamento all’aspartame. La relazione fa riferimento a un sondaggio del 1988 che è apparso nel “Journal of Applied Nutrition”. Secondo 551 persone che hanno riportato effetti collaterali di aspartame, gli effetti più comuni sono stati mal di testa, vertigini, confusione, perdita di memoria, visione offuscata, grave depressione, irritabilità, attacchi di ansia e sonnolenza o sonnolenza.

Le relazioni ufficiali dicono che è sicuro

Un documento del 2002 pubblicato in “Tossicologia e farmacologia di regolamentazione” ha rilevato che i test di sicurezza dell’aspartame sono andati ben al di là del livello richiesto e che non ci sono questioni irrisolte per quanto riguarda la sua sicurezza. Sulla base di uno studio sugli animali del 2005 che ha trovato un legame tra aspartame e linfomi e leucemia nei ratti, il National Cancer Institute ha completato uno studio che esamina oltre mezzo milione di pensionati e non ha trovato alcuna connessione tra il dolcificante artificiale e lo sviluppo di linfoma, leucemia o cancro al cervello . Infine, una “rigorosa revisione di tutte le ricerche scientifiche disponibili sull’aspartame” pubblicata nel 2013 dall’Autorità europea per la sicurezza alimentare ha concluso che l’aspartame, se consumato a dosi raccomandate, è sicuro.

Il gruppo di consumatori non è d’accordo

Mentre il rapporto EFSA non ha trovato alcun legame tra aspartame e cancro, il gruppo di sostenitori dei consumatori del Centro per la scienza nell’interesse pubblico osserva che tali risultati non sono validi. Secondo CSPI, gli studi analizzati dall’EFSA sono stati finanziati dall’industria e tre grandi studi finanziati in modo indipendente hanno trovato i collegamenti tra il dolcificante e il cancro popolari. Mentre questo collegamento può esistere, va notato che tutti i legami chiari tra aspartame e cancro sono stati osservati solo negli studi sugli animali.