Allergie di broccoli

Secondo il MayoClinic, l’allergia alimentare è un problema che colpisce tra il 6% all’8% dei bambini e il 4% degli adulti. Mentre la maggior parte delle allergie alimentari sono legate al latte, alle uova, ai dadi, ai pesci, ai molluschi, alla soia e al grano, un’allergia può svilupparsi a qualsiasi cibo, compreso il broccolo.

Le cause

Un allergia al broccolo si sviluppa quando il sistema immunitario di una persona erroneamente determina che il broccolo è una sostanza estranea e potenzialmente dannosa. Il sistema immunitario crea anticorpi conosciuti come immunoglobuline E, o IgE, al broccolo. Quando la persona più tardi ingerisce i broccoli, l’IgE risponde alla presenza del cibo e rilascia sostanze chimiche che provocano i sintomi di una reazione allergica.

Sintomi

I sintomi dell’allergia del broccolo si verificano tipicamente da minuti a un’ora dopo l’ingestione del broccolo o di un alimento che contiene broccoli. Questi sintomi includono formicolio o prurito della bocca, eruzione cutanea o orticaria, gonfiore delle labbra, mani o piedi, difficoltà a respirare, tosse, nausea, vomito e vertigini. Qualsiasi combinazione o tutti questi sintomi possono verificarsi nell’ambito di una reazione allergica. Può anche verificarsi una grave reazione allergica conosciuta come anafilassi. Questa è una reazione pericolosa per la vita che coinvolge la costrizione della gola, la difficoltà di respirazione e la vertigini con una diminuzione della pressione sanguigna.

Sensibilità al salicilato

In alcune persone, i sintomi di una reazione allergica si verificano quando il broccolo viene ingerito a causa del contenuto salicilato del broccolo piuttosto che a causa del broccolo stesso. Secondo la Cleveland Clinic, i salicilati sono prodotti chimici trovati in tutte le piante e che in alcune persone, anche piccole quantità di salicilati possono provocare una reazione allergica. Una persona con sensibilità salicilata probabilmente noterà anche i sintomi con altri alimenti che contengono salicilati, come mele, avocado, fragole, zucchine, caffè e noci.

Diagnosi

Una storia accurata in cui il medico ascolta la serie di eventi che hanno portato alla reazione allergica può spesso aiutare a fare la diagnosi di un’allergia del broccolo. Inoltre, un allergologo può eseguire una procedura conosciuta come un prick al test di prick. In questa procedura, la pelle viene graffiata con una piccola quantità di broccoli freschi e viene misurata qualsiasi reazione.

Trattamento

Il trattamento primario per l’allergia del broccolo è l’evasione di broccoli e di tutti i prodotti alimentari che contengono broccoli. In caso di esposizione accidentale, un antistaminico come il benadryl può essere usato per una reazione cutanea localizzata come il prurito. Per una reazione più sistemica che comporta difficoltà respiratorie, vomito o vertigini, l’epinefrina iniettabile deve essere usata per invertire la reazione. Se si usa l’epinefrina iniettabile, la persona deve immediatamente andare al dipartimento di emergenza per ulteriori valutazioni.