Adhd e una dieta senza glutine

Una dieta senza glutine è una necessità medica per le persone con malattie celiache o la sensibilità al glutine non celiaca, ma sta acquisendo una maggiore attenzione come potenziale trattamento per alcuni disturbi psicologici, tra cui ADHD. La ricerca mostra che i disturbi legati al glutine, come la celiachia, sono molto più diffusi tra quelli con ADHD rispetto alla popolazione generale. Mentre l’esatto collegamento tra glutine e ADHD non è noto, i risultati della ricerca recente stanno riducendo il divario.

Glutine: una proteina comune

Il glutine è una proteina trovata nei grani, frumento e orzo. È presente anche nella maggior parte dei cibi trasformati sotto forma di additivi come l’amido alimentare modificato o l’aromatizzazione di malto. È un componente desiderabile nei pani perché le sue proprietà elastiche offrono una stabilità strutturale alla pasta e migliora la struttura. Per coloro che soffrono di celiachia – una vera allergia al glutine – è necessaria una assoluta evitamento del glutine, poiché anche le quantità di tracce possono portare a danni intestinali e disagio digestivo.

ADHD e intolleranza al glutine

L’intolleranza al glutine è di particolare preoccupazione per la popolazione ADHD, a causa della prevalenza della malattia celiaca rispetto alla popolazione generale. Uno studio condotto nel 2011 ha scoperto che uno su sette soggetti ADHD ha avuto anche la malattia celiaca, che è significativamente più di una su 100 nella popolazione generale. Dopo sei mesi dopo la dieta senza glutine, i pazienti con malattia celiaca hanno mostrato riduzioni significative nei sintomi di ADHD. Anche se questo particolare studio ha osservato solo 67 soggetti, ha rafforzato i risultati precedenti da uno studio di avventura del 2006 che ha osservato 132 soggetti con entrambe le malattie celiache e ADHD. Insieme, questi risultati mostrano che in alcuni casi la presenza di ADHD può essere un risultato di un’altra condizione sottostante e il trattamento per la malattia celiaca può migliorare significativamente i sintomi dell’ADHD.

La connessione Gluten-Brain

Anche se gli scienziati credono che l’ADHD sia causata da una combinazione di fattori, la dieta dovrebbe essere presa in considerazione quando la celiachia o NCGS è anche presente. Le persone con malattia celiaca hanno una maggiore permeabilità intestinale, o un “intestino perduto”. Fondamentalmente, questo significa che quando l’intestino tenue è in stato di crisi – come è in continuo contatto con il glutine, quindi i batteri, le tossine e le proteine ​​alimentari indigene che normalmente saranno filtrate ed eliminate sono invece passate attraverso l’intestino tenue , Nel flusso sanguigno, e poi distribuiti in tutto il corpo. Alcune di queste particelle indesiderate possono influenzare i recettori nel cervello.

Altri effetti

Inoltre, le persone con malattie celiache non diagnosticate o NCGS sono spesso in uno stato continuo di infiammazione. Dal momento che sono probabilmente consumando glutine regolarmente, i loro sistemi digestivi sono in un costante stato di sofferenza. Oltre a causare disagio generale, può causare mal di testa, dolori addominali e articolari e la produzione di ormoni dello stress. Infine, l’intestino tenue danneggerà e ha difficoltà a trattare sostanze nutritive essenziali che, a loro volta, influenzano negativamente il funzionamento di molti processi corporei tra cui la produzione di alcuni neurotrasmettitori per il cervello.

Il trattamento dell’ADHD è complesso, non solo perché la sua causa è multiforme, ma anche perché l’ADHD può essere una diagnosi primaria o secondaria se è il sintomo di una condizione sottostante come la malattia celiaca. Attualmente una dieta senza glutine non è considerata un trattamento standard per ADHD, ad eccezione di coloro che hanno malattie celiache o altri disturbi legati al glutine. Il dottor Marie-Nathalie Beaudoin, ricercatore in materia di disturbi psicologici, afferma che la celiachia dovrebbe essere esclusa prima di iniziare un altro trattamento medico, dato che la ricerca ha dimostrato un miglioramento significativo dei sintomi ADHD con una dieta senza glutine.

Dieta senza glutine